domenica 27 luglio 2014

PEUGEOT corsa 1925

Grazie a Ruggiero da Barletta che mi ha mandato le foto di questa splendida Peugeot corsa 1925
bellissima lascio a voi i commenti 














Ho notato che parecchie bici corsa Francesi d'epoca hanno il loro Tricolore
mentre sulle "Nostre" è quasi sempre assente è una cosa che mi dispiace avrei preferito
un maggior coinvolgimento Patriottico anche se non sono sicuro che in quegli anni
fosse cosi libera la Scelta per i nostri Campioni


che dire .....

Forcellini con rinforzo "non ho parole" queste sono le cose (per me ) che fanno la differenza
tra le grandi bici piccoli particolari ma pensati studiati realizzati poi magari non danno l' effetto sperato
ma la sola realizzazione ...........Spettacolo

lunedì 21 luglio 2014

VIPERMA donna anni 60




Dal caro Amico Sergio da Longhena questo bel Recupero di una VIPERMA donna anni 60 bici poco conosciuta  (personalmente è la prima volta che sento questo marchio  ne approfitto anche per chiedere a voi se conoscete la provenienza ecc..)
 di egregia fattura  tutto rigorosamente marcato. Come sempre penso abbia fatto un ottimo lavoro; il Caro Sergio non voleva
pubblicarla perchè di scarso valore storico ma secondo certi recuperi vanno premiati la dimostrazione che anche da una bici di serie B si possono ottenere ottimi risultati e poi foto di una Bianchi o Dei o Taurus c'è pieno il Web ma di una VIPERMA .....  anche perchè onore a chi ha costruito questa bici avrebbe sicuramente risparmiato facendo una bici
e usando  ricambi  non marcati e di uso comune ma a quei tempi innanzituuto la QUALITA' poi si c'era anche il profitto
ma solo in secondo o terzo piano questo era il MADE in ITALY .....c'è da Riflettere........  




versione Long Way


Veramente rifinita egregiamente



tutta marcata
com'era









sabato 12 luglio 2014

TAURUS 30 del 1937

Taurus 30 del 1937 restauro conservativo avanzato con verniciatura telaio
e lucidatura parti bianche
bicicletta per me interessante con movimento a campana aste forcellini appiattite ecc..
Del 1937 quando l'ho presa pensavo più o meno quegli anni ( fine 30 inizio 40 ) ma come si sa, datare una Taurus non è sempre facile
se non si trova qualche data sui (coni dei mozzi, perno movimento)e questa non lo era  ma fortunatamente ho trovato datato
il Telaio tra il Cannotto di sterzo e il Diagonale (come da foto successiva nel post ) avevo letto qualcosa del genere
su altri Blog ma non mi era mai capitato sulle varie Taurus che ho e avuto e visto,  anche questa perciò non è una regola
ma solo un caso fortuito, che ti permette di dare una datazione precisa l' avessero usata da regola ,sarebbe stato meglio
per tutti noi "GrattaRuggine"






Purtroppo la cromatura del manubrio non ha tenuto più di tanto mentre altre parti  meglio conservate
anche grazie ad una verniciatura posticcia (color Zinco) fatta dall'ex proprietario
stemmino Taurus


nullo l' alluminio in compenso ottone il cerchietto carter viti bulloncini pattini freno
dinamo e fanale

Pedivelle hanno tenuto bene le cromature  come gli archetti freno
e discretamente anche i mozzi  per i pedali ho montato provvisoriamente 6 blocchetti
ma verranno sostituiti dai 4 che monta solitamente questo modello


Telaio W 16558 anche se la W è praticamente invisibile la si intravedeva
con il telaio completamente sverniciato altra cosa cannotto sella con espander ( come i manubri sportivi in genere)
il cannotto sella è costituito da un bullone centrale che lo attraversa e va a bloccare un espander quest' ultimo
a sua volta per non permettere che nello svitare possa cadere nel tubo verticale è vincolato al cannotto sella
con un restringimento una Finezza TAURUS tanto semplice quanto efficace e tutto invisibile 





ecco la foto della data 37 sul diagonale parte inferiore anche questa non è una regola
in quanto è la prima volta che trovo su una Taurus in questa posizione come avevo Trovato
sulla Taurus 18 la (per me) datazione sul forcellino posteriore anche quello mai più rivisto su nessuna Taurus
Taurus per conto mio è una delle biciclette più "Artigianali " nel gruppo delle grandi marche in quanto
ho rilevato negli anni sui vari modelli (che ho avuto e visto)  delle differenze magari anche minime
che mi hanno fatto pensare una costruzione molto artigianale molto curato nei particolari
quasi una costruzione su richiesta del cliente o una costruzione poche bici per volta qualcosa di poco industrializzato a differenza delle concorrenti BIANCHI  DEI ecc...  ( mia personalissima riflessione)
"e ancor di più il mio pensiero che ribadisco ancora" si Montava ciò che forniva il magazzino
esempio se c' era il collarino ferma manubrio con la scritta Taurus si montava se non c' era
si montava identico senza scritta.(sempre mio libero pensiero )  
freno posteriore esterno lato Dx  tipico del modello 30

forcellini posteriori appiattiti come piacciono a me


domenica 6 luglio 2014

BIANCHI SINGLE SPEED anni 70

Bianchi anni 70 sport trasformata in Singlespeed questa era la classica bici che non mi piaceva affatto a parer mio
Bianchi in quegli anni fece, parlando di bici Sport delle bici veramennte dozzinali con poco o niente di bello visto il nome che portava come magari la maggior parte delle concorrenti blasonate Per conto di un mio amico a cui dovevo un favore (non potevo dire di no ) mi sono prodigato in questo
restauro premetto che in un primo tempo voleva un restauro tradizionale poi per mia fortuna (non sarei riuscito a lavorare
su questa bici e rifarla come era allora avevo una repulsione)  mi ha proposto di fargli "sai quelle bici con i cerchi alti
senza freni che vanno adesso"allora mi sono cimentato e anche divertito parecchio ho cestinato tutte le sue richieste
e a parte il telaio che ha fatto verniciare lui ( la base celeste ) da il suo carrozziere di fiducia che solitamente
gli restaura le VESPE (solitamente la verniciatura la faccio personalmente ma penso abbia voluto togliermi quest'incombenza in quanto il verniciatore è suo dipendente) ho cercato di fare qualcosa  che piacesse in primis a me
e poi magari anche a lui  consegnata la Bici  le sue parole " VOLEVO PROPRIO UNA BIANCHI COSI " non aveva
le idee molto chiare l' importante comunque che
 siamo contenti tutti e due lui ha la bici che desiderava io mi sono divertito il bello di questo Hobby
è che mi procura tanto divertimento e quando fai una cosa che ti diverte non c'è di meglio........
  

colorazione "Tipo Bianchi Folgore" con inserti Bianchi Avorio

stemmino Bianchi degli anni 40-50 ( rifatto)

bella piega con bella pipa 3ttt nastro rosso anni 50 che mi è stato fornito da un vecchio
meccanico piacentino (lo uso con parsimonia)

mozzo flangia alta FB raggiata  con raggi da 1.8 Alpina AREALPINA
ellittici 

Guarnitura Bianchi 52 denti

mozzo contropedale rapporto 52-18

mi dimenticavo solitamente quando parto con delle Siglespeed elimino eventuali attacchi per fili freni o cambi
ma in questo caso non avendola verniciata di persona e cambiando il prodotto finale a metà strada mi sono trovato
tutti i vari fermi guaine non sapendo come dare un senso a tutto ciò non ho fatto altro che montare delle guaine finte
l' effetto personalmente non dispiace

al posto delle solite scritte Bianchi grosse e senza fascino ( opinione personale)
secondo me qualcosa di più elegante





Pipa 3ttt


la bicicletta va molto bene e con un po di gamba la si spinge
anche forte 
RAGGI AERALPINA 1.8 ELLITTICI