venerdì 20 marzo 2015

FIORELLI CONDORINO BOY 1957

Questa bici ha una storia lontana che cercherò di spiegarvi in breve: interprete Luigi conosciuto qualche tempo fa per altri motivi appassionato di varie cose tra cui Trattori d' epoca parlando è uscito il discorso, bici  mi propose il restauro di questa Fiorelli Condorino del 1957 la bici del padre donatagli 
dal nonno all' eta di 14 anni LUIGI vorrebbe regalarla di nuovo al padre per il suo 70°compleanno il prossimo settembre ho cercato di spiegargli che il valore del restauro superava il valore della bici 
ma sue testuali parole " Per mio padre questo ed altro " parole di altri tempi allora accettai anche se la cosa non era proprio semplice vedi foto: premettendo che voleva un restauro totale una bici EX NOVO anche perchè con un conservativo era dura ottenere l' effetto voluto
E' stato un restauro impegnativo ma molto bello soprattutto a livello emotivo dovevamo ricreare la gioia e la meraviglia di quel bambino di 14 anni nel 1957 adesso nel 2015 in un signore ormai settantenne non è stato un restauro "normale" dovevo dare il meglio di me e io l' ho dato ( tutto e migliorabile e criticabile )ma io so' di aver fatto il massimo che potevo in questo momento un domani forse migliorerò ancora; ma bisogna arrivarci .Avevo già fatto un restauro di questo tipo per il mio Carissimo Amico Alberto qualche anno fa con la Bianchi Selvino e ritengo siano i Restauri più belli tante emozioni dentro la bici non è solo questione di metterle a posto c'è da rimettere a posto il passato. 
E' stato bello perchè nella mia cantina Solo, ma non sono mai solo, sono con me stesso ho modo di pensare e nell' assordante silenzio che io adoro ho capito che non era solo Luigi che voleva fare un regalo al padre ma anch'io avrei voluto tanto fare un regalo al mio anche se ormai fisicamente non è più possibile so che avrebbe apprezzato questo lavoro fatto con tanto impegno visto che in gioventù
non ero il figlio che avrebbe desiderato all' età  dai 15 ai 18
anni mio padre ( instancabile lavoratore di altri tempi ) mi considerava un  Incapace con poca voglia di lavorare e io non davo motivo per fargli cambiare idea poi negli anni ebbi modo di riscattarmi però non feci mai un regalo  
cosi con tanto sentimento.... dentro; perciò questa è anche per MIO PADRE grazie per tutto quello che mi hai dato .....    
Chi leggerà queste parole e mi conosce da tempo penserà sia impazzito ma mi rendo conto che passano gli anni e quello che hai fatto e non hai fatto nella vita
per le persone che ti hanno voluto bene non è riscrivibile perciò ti resta un pò 
l' amaro in bocca ...... è la dura legge della Vita....ma si pùò sempre migliorare....... anche se non si può riscrivere ...ahime
Tornando alla bici Fiorelli Condorino Boy del 1957 Telaio n° 102756   





ECCO IL RISULTATO FINALE PER LA CRONACA A LUIGI è PIACIUTA MOLTO
SPERO ANCHE A SUO PADRE LO SAPREMO A SETTEMBRE 

OLTRE A TUTTO IL RESTO HO RIFATTO PURE LO STEMMINO
Ps: il colore è stato ricavato da un campione ricavato dai parafanghi sotto al profilo
I PARAFANGHI SOSTITUITI  
FRENI MARCATI FIORELLI

PER LE CROMATURE MI SONO AFFIDATO A 

CROMATURE ELIA  LOD
  1. Indirizzo: Via Selvagreca, Lodi
    Telefono:0371 427178 BUON RAPPORTO QUALITA' PREZZO
  2. SE VI SERVE DITEGLI CHE VI MANDO IO MAGARI VI FA' UN PO' DI SCONTO  

PORTAFANALE MARCATO FIORELLI

DALLA SELLA LEVE FRENI MARCATE FIORELLI 

FANALE IN ALLUMINIO LUCIDATO A SPECCHIO POI FISSATO CON TRASPARENTE
FANALE E DINAMO  APRILIA


CAMBIO CAMPAGNOLO DECA A COPPALE ORIGINALI
RECUPERATE DA PANCIROLI ( UN PO' CARE) MA D'ALTRONDE 

SONO COPPALI CHE HANNO PIU'DI 50 ANNI

GUARNITURA FIORELLI  

SELLA BROOKS 

CAMBIO CAMPAGNOLO SPORT
3 VELOCITA 


ANCHE LA POMPA IN ALLUMINIO  VERNICIATA IN PARTE
LE LUCIDATURE FISSATE CON TRASPARENTE

PENSO DI AVER RIPORTATO ALLA LUCE UNA BELLA FIORELLI CONDORINO BOY
ANCHE GRAZIE A LUIGI IN QUANTO POCHI O NESSUNO AVREBBERO INVESTITO
SOLDI IN QUESTO TIPO DI BICI MA SPINTO DA VALORI CHE VANNO OLTRE AL VILE
DENARO L'ABBIAMO FATTO E NE SONO ORGOGLIOSO  PER ENTRAMBI

FRENO MARCATO FIORELLI

PARAFANGO ANTERIORE IN 2 PEZZI COME I CORSA
DI QUEGL'ANNI LE STECCHE ORIGINALI


HO NOTATO CHE CON IL RIFLESSO DEL
 SOLE NON SI NOTA LA BRILLANTEZZA DELLA VERNICIATURA

DAL VIVO E' MEGLIO

PEDALI WAY ASSAUTO NUOVI FONDO DI MAGAZZINO ( NOS)


venerdì 13 marzo 2015

FONGERS Comfort

Bicicletta FONGERS Olandese Marchio storico Olandese nata a Groningen nel fine 800-inizi 900  difficile dare un epoca in quanto non conoscevo il mezzo e girovagando sul Web
ci sono mezzi analoghi con datazioni molto basse  anni 20-30 questa penso io sia un anni 60-70 nonostante
abbia mantenuto caratterisiche molto vecchie segno che la FONGERS ha creduto nella sua Storicità (non so
se a torto o ragione) a differenza Ahime'' delle nostre italiane che ritengo con la fine degli anni 50 abbiano
smesso di fare bici degne di nota soprattutto sul passeggio  

imponente e elegante con il suo telaio da 59 cm solo freno contropedale 

ruote 28 1 3/8 in stile retrò  

mozzo marcato 

dinamo sinistra Radios questa l'ho applicata io da notare RADIOS e non RADIUS
probabilmente i produttori volevano sfruttare un nome simile per sfruttare l' onda
delle famosissime Dinamo ma suppongo non abbia funzionato questa operazione di Marketing
è la prima che vedo e unica 

la parte che preferisco della bici e la più originale è la copertura carter fatta
in finta pelle ricopre un carter perimetrale al giro catena utilizzato gia' negli anni 20


Abbinato al paraveste



Sella Brooks 66

cavalletto originale con staffa direttamente attaccata al telaio

freno contropedale PERRY made in England con
oleatore

la parte che mi ha fatto pensare ad una bici non troppo vecchia è il catarinfrangente
posteriore in plastica marcato NL anche se con il supporto ben fatto in metallo
potrebbe anche essere un ricambio originale montato in seguito non lo saprò mai  

manubrio marcato

pedivelle marcate

altra parte interessante il bloccaggio chiocciole in vero stile anni 20


la bici è molto scorrevole una bella pedalata profonda
con un discreto freno contropedale nemmeno gli Inglesi riescono a fare un contropedale
ad OK  buono  non eccezionale d' altronde è proprio la tipologia del freno

martedì 10 marzo 2015

domenica 1 marzo 2015

RESTAILING VECCHIO BACCHETTA

In un periodo senza pezzi che mi diano stimolo vado a cercarli, nel mio Garage in mezzo ai vecchi
telai smontati,  per i quali non aveva senso un restauro ne conservativo ne niente in quanto mancavano pezzi ecc. ma i telai li conservo gelosamente, in quanto la base più importante della bici poi con un pò di fantasia e lavoro e tanto divertimento (per me importantissimo costruire qualcosa divertendosi vedi :BRAVO PIAGGIO)
partire da un telaio qualsiasi e fare qualcosa che possa essere riutilzzato, con quel gusto vecchio ma con stile ( almeno spero) vi presento il mio Restailing ,di un vecchio telaio Bacchetta per me molto simpatico, con il fascino dei 3 rapporti ma senza cambio e galletti per il cambio rapporto come negli anni 20-30
e un miscuglio di accessori di recupero di varie epoche ma sempre con un certo fascino   
Telaio presumibilmente anni 40 tutto è nato di conseguenza alle ruote Pirelli brasiliane
SELO BRANCO con un arancione molto intenso difficile abbinarlo ad un classico bacchetta d'epoca
sparano un po troppo volevo che le ruote fossero la focalizzazione della bici
e nello stesso tempo non volevo creare una variopinta Single non so se sono riuscito ma a me non dispiace
dimenticavo il telaio è stato tutto ripulito e lisciato poi fissato tutto con trasparente e lucidato a cera 

freni a filo con copertura manubrio in spago

mozzi flangia alta in puro stile corsa anni 50 con galletti

freno in alluminio TARVISIUM mod 42 non vedevo l' ora di usarli è da tempo
che li ho ma non trovavo la bici giusta 





3 rapporti al posteriore con galletti adattati 


bella piega con leve rovescie penso del Velosolex

cavo freno fissato con spago

molto bella la testa di forcella



penso abbia il suo fascino

bella guarnitura pedali vecchi a 6 gommini 

cerchio R con raggi acciaio inox
praticamente  una miscellanea  di stili e  epoche 
ma con un certo fascino mio parere personale